Come cantante Mya ha percorso uno spettro notevole di ambiti musicali, a partire dal pop-rock iniziale per approdare presto nel mondo del jazz, cantando con importanti musicisti, vincendo borse di studio, partecipando all’orchestra jazz del Mediterraneo, incontrando il jazz a più voci grazie alle masterclass di Umbria Jazz quando il genere in Italia era quasi sconosciuto. Nella sua ricerca musicale praticamente instancabile ha poi proseguito, diventando autrice e compositrice per poi virare verso il mondo della musica classica, diplomandosi in canto lirico, musica vocale da camera, frequentando in particolare la musica antica, medievale e rinascimentale.

Le sue collaborazioni sono molteplici sia nell’ambito colto che extra colto, con una non breve parentesi nell’universo del tango argentino, e un’esperienza di docente in corsi di musical durata non meno di quindici anni. Ha anche fondato e diretto formazioni corali (Vocimania), nonché fatto parte di ensemble (“Trio AdLib”, quintetto “Il Quinto Elemento”).

Al momento è docente presso la scuola di musica “G.Verdi” di Prato e la “Medialab” di Firenze, oltre a collaborazioni con scuole di teatro, in primis l’accademia “TheTheatre” di Forlì

Con lo swing Mya ritorna al primo amore, portando con sé l’esperienza accumulata in anni di musica e di insegnamento al servizio dei generi più disparati e nelle formule più diverse, da una voce a molte voci con o senza strumenti, ferma restando una solida base tecnica su cui fondare una vocalità elastica e flessibile, necessaria al “bounce” vocale dello swing.