Hearthfield, provocazione anti-nazista

A partire dagli albori del xx secolo, le avanguardie storiche iniziano a diffondersi con atteggiamento di forte polemica nei confronti dell’arte accademica così come della vita sociale: espressionismo, cubismo, futurismo,costruttivismo, dadaismo, surrealismo, astrattismo.

Il concetto di arte, sotto tutte le sue forme più classiche, viene messo in discussione: da ora, infatti, deve essere un mezzo per scuotere e sconvolgere, uno strumento di rivoluzione culturale, di ribellione e di espressione delle innovazioni tecnologiche.

 

Molti artisti aderenti a correnti d’avanguardia e iscritti al partito comunista fecero della loro arte uno strumento per la propaganda in chiave anti-nazista.
Gli artisti sono come guerrieri in difesa del cambiamento, lo spirito creativo viene usato come arma per ferire e contrastare il regime dittatoriale ad opera di Hitler. manifestando una volontà che non si piega, una resistenza al pensiero libero senza paura,

Questo intento viene messo particolarmente in risalto dai disegni e dai fotomontaggi di John Heartfield , dove i ritratti di Hitler sono con un senso, spesso provocatorio e brutale.

murderers

Blood_and_Iron1

Dont_Worry_Vegetarian1 (1)
The_Cross_Wasnt_Heavy
And_Yet_it_Moves1

2401873178_6e47875898_b1

Giulia Fantini

Lorem ipsum dolor sit amet, mauris suspendisse viverra eleifend tortor tellus suscipit, tortor aliquet at nulla mus, dignissim neque, nulla neque. Ultrices proin mi urna nibh ut, aenean sollicitudin etiam libero nisl, ultrices ridiculus in magna purus consequuntur, ipsum donec orci ad vitae pede, id odio.